logo-header-2018

OTTIMA ANNATA

HARVEST-AT-SUNRISE

“HARVEST AT SUNRISE”
Guarda il video

20 OTTOBRE 2018
L’INTERVISTA
ASOLO. IL 2018 SARÀ UN’OTTIMA ANNATA
Intervista a Stefano Nandi, enologo di Montelvini

In questi giorni, Montelvini ha chiuso la vendemmia, un rito che l’azienda compie da più di 130 anni assieme ai viticoltori del territorio di Asolo e del Montello.
Come sarà l’annata 2018? Lo abbiamo chiesto a Stefano Nandi, enologo direttore tecnico dell’azienda.
Sarà senza alcun dubbio un’annata d’oro in termini di qualità e quantità non solo grazie alle favorevoli condizioni climatiche che ci hanno accompagnato fin dai primi mesi dell’anno, ma anche per l’introduzione di nuovi protocolli di raccolta delle uve e vinificazione delle basi spumante. I vini si presentano fin da ora con una buona freschezza, un buon profilo aromatico e un equilibrato corredo acido. Caratteristiche queste che sono la giusta base per l’ottenimento di eccellenti spumanti.
Nello specifico, tra la fioritura e la raccolta come sono state le condizioni climatiche?
Fin dall’inizio della vendemmia le uve si sono dimostrate belle, sane, con grappoli praticamente perfetti. Questo perché abbiamo avuto un clima equilibrato, che ci ha regalato una primavera fresca e un’estate non torrida, ad eccezione della prima quindicina di agosto, e che ha contribuito a esaltare le caratteristiche uniche dei vitigni del territorio. I temporali di fine estate non hanno provocato danni, anzi, hanno dato un po’ di respiro alle piante che, a temperature più basse, hanno lavorato meglio non solo dal punto di vista quantitativo, ma anche da quello qualitativo.
C’è la natura e poi c’è l’uomo. In vendemmia, l’azienda ha adottato quest’anno nuove misure tecniche?
Abbiamo messo in campo azioni e parametri ancor più stringenti non soltanto per le uve prodotte nei vigneti di proprietà, ma anche per quelle dei viticoltori del territorio, con i quali abbiamo collaborazioni ultradecennali, tramandate spesso di generazione in generazione. Già negli ultimi anni, abbiamo iniziato questo lavoro e accompagnato tecnicamente i viticoltori verso un graduale e costante innalzamento qualitativo della produzione, anche grazie a consulenze tecniche sulla conduzione dei vigneti e assistenza sul campo.
Se dovesse scegliere un vino o una varietà, quale prodotto dell’annata 2018 sarebbe al primo posto?
L’annata 2018 ha tutti presupposti per raggiungere un alto livello qualitativo del prodotto finale per tutte le produzioni. In particolare, l’Asolo Prosecco Superiore DOCG avrà una forte personalità, esaltata anche dal nuovo protocollo di spumantizzazione, e sorprenderà ancora di più per l’eleganza, la finezza olfattiva e il perlage.